samsung-50-s5-mining Fonte foto: Web
SMART EVOLUTION

Samsung, 40 Galaxy S5 usati per creare Bitcoin

Per evitare danni all'ambiente Samsung ha realizzato un nuovo progetto per il riciclo dei telefoni, per esempio con 40 Galaxy S5 si possono generare Bitocoin

30 Ottobre 2017 - Il consumismo ai tempi degli smartphone sta creando non pochi problemi dal punto di vista ambientale. Gli scarti non riciclabilidei vecchi telefoni stanno diventando sempre di più. Per questo motivo alcuni produttori, e tra questi Samsung, stanno pensando a dei modi per poter riutilizzare i vecchi cellulari.

Il colosso informatico sudcoreano ha creato un nuovo progetto, denominato “Upcycling”, che ha l’intento di trovare delle strategie efficaci per poter riutilizzare gli smartphone inutilizzati. Ed è grazie a questa iniziativa che Samsung ha deciso di dedicare alcune decine di vecchi Galaxy S5 all’attività di creazione di Bitcoin. Una piccola miniera di cryptovalute realizzata esclusivamente con device abbandonati o buttati dagli utenti. Per generare Bitcoin Samsung utilizza una torre composta da 40 Galaxy. Secondo gli esperti la potenza di calcolo e l’attività a schermo acceso di uno smartphone permettono di generare più velocemente monete virtuali rispetto ad altri metodi con i computer. Samsung ha anche realizzato un sistema operativo per gestire i 40 smartphone che potrebbe rilasciare nei prossimi mesi.

Riciclo smartphone

Il riciclo di vecchi telefoni non è una cosa nuova. Diversi utenti, appassionati del fai-da-te nel tempo hanno trasformato un vecchio Android in una videocamera di sicurezza o in un computer di bordo per l’auto. Però Upcycling è uno dei primi progetti finanziato direttamente da un produttore internazionale. Samsung nel progetto accetta e sperimenta tutte le idee che arrivano dai suggerimenti degli utenti. Non a caso oltre alla torre per Bitcoin, il colosso sudcoreano ha realizzato anche un computer Ubuntu con un vecchio tablet oppure uno schermo intelligente per acquario sempre con un vecchio Galaxy. In pratica Samsung sta suggerendo di non buttare i vecchi device ma di utilizzarli come batterie, schermi o accessori intelligenti per ogni aspetto della vita quotidiana in casa o in ufficio. L’azienda sta addirittura pensando di concedere alle persone di ottenere i permessi di root in maniera semplice una volta deciso di non utilizzare più lo smartphone come smartphone. Questo consentirebbe di ritrasformare completamente le funzioni del device. Certo si tratta di una scelta che non va proprio a favore di Samsung ma che può aiutare l’ambiente.

Contenuti sponsorizzati