safer-intenet-day-2018 Fonte foto: Safer Internet Day
SICUREZZA INFORMATICA

Safer Internet Day 2018, i consigli per navigare in sicurezza

Il Safer Internet Day è una giornata dedicata al rapporto tra i giovani e la Rete. In Italia vengono organizzati eventi per insegnare l'utilizzo sano della Rete

6 Febbraio 2018 - Il secondo giorno della seconda settimana di febbraio è dedicato al Safer Internet Day. Si tratta di un evento annuale dedicato a promuovere una navigazione in Rete più sicura, soprattutto da parte delle giovani generazioni, le più esposte a problemi come il cyberbullismo, gioco d’azzardo, pedo-pornografia, adescamento online, sexting e dipendenza da Internet.

Il primo Safer Internet Day è stato organizzato nel 2004 con il supporto della Commissione Europea e nel giro di quattordici anni ha travalicato i confini europei fino ad arrivare a coinvolgere più di 100 Paesi. Tra queste cento nazioni c’è anche l’Italia, che affida l’organizzazione del Safer Internet Day a Generazioni Connesse, un progetto gestito da un consorzio di enti e organizzazioni che comprende il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, la Polizia Postale e delle Comunicazioni, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, la Cooperativa E.D.I., l’Università La Sapienza di Roma, l’Università degli Studi di Firenze, il sito web Skuola.net e il Movimento Difesa del Cittadino.

Ogni anno vengono organizzati eventi e convegni in giro per l’Italia che vedono protagoniste le scuole e i ragazzi. L’obiettivo è quello di promuovere un uso consapevole della Rete, in un periodo storico dove gli adolescenti passano su Internet la maggior parte del loro tempo.

Safer Internet Day 2018, gli eventi della giornata

Create, Connect and Share Respect. A better internet starts with you (Crea, connetti e condividi il rispetto: un’internet migliore comincia con te) è lo slogan scelto per il Safer Internet Day 2018 (6 febbraio 2018) ed è finalizzato a far riflettere i ragazzi non solo sull’uso consapevole della Rete, ma anche sul ruolo attivo e responsabile che ognuno di noi ha per fare di internet un luogo sicuro. Con la diffusione sempre maggiore dei dispositivi mobile, soprattutto nella fascia più giovane della popolazione, è necessario che ogni adolescente impari a conoscere i pericoli della Rete e faccia di tutto per non commettere errori.

In tutta Italia vengono organizzati convegni ed eventi con protagonisti esperti del settore, poliziotti, carabinieri e con i ragazzi delle scuole del territorio. L’evento principale sarà al Teatro Brancaccio di Roma e vedrà la partecipazione della Ministra all’Istruzione Fedeli e circa 500 ragazzi, oltre ad aziende, associazioni ed enti che fanno parte del progetto Generazioni Connesse.

Oltre al Safer Internet Day, il 6 febbraio sarà anche la Giornata Nazionale Contro il Bullismo e il Cyberbullismo a Scuola, un progetto portato avanti dalla scuola primaria e dagli istituti secondari per aiutare gli adolescenti a capire il problema del cyberbullismo, una piaga sociale che ogni anno conta numerose vittime.

I consigli per navigare su Internet in sicurezza

Per gli adolescenti Internet è come un mare pieno di squali, pronti ad approfittare della minima disattenzione e del minimo errore. Formare i ragazzi sui pericoli della Rete permette di prevenire da possibili gesti estremi. Sono tanti le insidie nascoste nel web: il cyberbullismo, il gioco d’azzardo, la pedo-pornografia, l’adescamento online, il sexting, i videogiochi online e la dipendenza da Internet. In alcuni casi si tratta di vere e proprie malattie (il gioco d’azzardo ad esempio è una ludopatia) che possono rovinare la vita dei ragazzi. Ecco alcuni consigli per difendersi dai pericoli della Rete.

  • Non diffondere i propri dati personali. Le informazioni che riguardano la città dove si vive, l’indirizzo di casa o la scuola che si frequenta sono molto importanti, e non devono essere mai rivelate online. Soprattutto se stiamo parlando con persone che non conosciamo e che potrebbero farne un utilizzo sbagliato
  • Attenzione al gioco d’azzardo. Le scommesse e il poker online sono una vera e propria malattia. Nonostante sia necessario avere almeno 18 anni per poter iscriversi a un sito di scommesse o di poker, molti adolescenti riescono comunque a giocare, utilizzando i soldi dei propri genitori. Non si tratta di un gioco, le scommesse e il poker possono portare alla rovina e diventano una dipendenza di cui non si può fare a meno. Non credete a chi vi dice che si possono vincere facilmente dei soldi.
  • Non inviare foto osé. Da giovani molto spesso non si pensa a cosa si sta facendo e può capitare di inviare a un proprio amico un’immagine “piccante”. Prima di fare una cosa del genere pensate a cosa può accadere in futuro. Questo vostro “amico” potrebbe anche decidere di pubblicare la foto online. O peggio ancora pubblicarla su un sito per adulti. Inoltre, se una persona che non conoscete vi chiede immagini osé, dovete dirlo immediatamente ai vostri genitori
  • Denunciate. Se siete vittime di cyberbullismo o qualcuno minaccia di pubblicare vostre immagini nude, denunciate immediatamente alla polizia postale. E parlatene coni vostri genitori. Non abbiate timore!

Contenuti sponsorizzati