password-abiti Fonte foto: Dennis Wise/University of Washington
SMART EVOLUTION

Password e codici bancari negli abiti grazie ai tessuti magnetici

I ricercatori dell'Università di Washington hanno realizzato un tessuto magnetico che resiste ai lavaggi e che applicato agli abiti può effettuare dei pagamenti

2 Novembre 2017 - Nei film di fantascienza, e in alcuni casi anche nella realtà, abbiamo visto dei microchip impiantati nella pelle umana e utilizzabili per i pagamenti o come strumenti d’accesso. In futuro grazie ai tessuti magnetici potremo eseguire tutte queste operazioni, e altre ancora, in maniera meno invasiva.

Un team di ricerca dell’Università di Washington ha creato un particolare tessuto in grado di essere attaccato sulle nostre giacche, magliette o camicie e che possiamo usare per aprire porte, effettuare pagamenti e sbloccare oggetti elettronici. In passato lo stesso materiale era già stato utilizzato su alcuni wearable per la salute, in particolare su dei piccoli braccialetti usati da alcune cliniche private degli Stati Uniti. Ora il tessuto è stato magnetizzato per memorizzare dei dati digitali, un po’ come avviene sul disco rigido di un computer. I codici possono essere scritti sul tessuto conduttivo grazie a dei magneti.

Portatile e resistente ai lavaggi

Essendo un semplice tessuto non dovremo comprare tanti wearable da applicare a ogni nostro indumento. Ci basterà applicare il piccolissimo materiale al nostro abito e il gioco è fatto. E secondo i ricercatori il tessuto conduttivo non si rovina se messo in lavatrice. Un aspetto che lo rende unico rispetto agli altri wearable per pagamenti già testati in passato. Il materiale usato dai ricercatori dell’Università di Washington resiste ai cicli completi di lavaggio, compresa la centrifuga, e le asciugatrici. Basta che la temperatura non superi i 160 gradi centigradi. Questo è il limite massimo per non danneggiare i magneti che generano i codici sul tessuto.

Si può smagnetizzare

I ricercatori hanno dichiarato che il piccolo wearable va inteso come un microscopico hard disk indossabile. Oltre che negli abiti può essere applicato agli accessori, come cravatte, orologi, collane o bracciali. L’unico nemico di questo oggetto sono gli altri chip e gli oggetti di metallo. Essendo un codice magnetico esiste la possibilità che si smagnetizzi. Per evitare questo dobbiamo prendere le stesse precauzioni che abbiamo con la carta di credito. Ovvero teniamolo lontano da chiavi, monete e altri oggetti “pericolosi” per i magneti.

Compatibile con lo smartphone

Il tessuto può essere usato anche sullo smartphone. Tramite il riconoscimento delle gesture il tessuto può bloccare il dispositivo oppure autorizzare un pagamento. La gesture verrà riconosciuta dal telefono anche se effettuata dalla tasca. Per il futuro i ricercatori intendono sviluppare dei nuovi tessuti in grado di generare un campo magnetico più forte, questo permetterebbe loro di memorizzare i dati ad una densità più elevata.

Contenuti sponsorizzati