microfactory Fonte foto: YouTube
PMI E INDUSTRIA 4.0

MicroFactory, i microbot collaborativi della fabbrica del futuro

Si tratta di robot magnetici dalle dimensioni piccolissime in grado di realizzare velocemente strutture metalliche molto resistenti. E non solo

4 Ottobre 2017 - Automazione in fabbrica non sempre collima con sicurezza, tanto è vero che spesso i robot sono confinati in box protettivi. La trasformazione digitale, invece, segna una svolta: i robot diventano collaborativi, cioè in grado di lavorare a fianco dell’uomo, e anche minuscoli, come nel caso dei MicroFactory.

Si tratta di microbot, colonie di formiche robotiche dalle dimensioni molto piccole e in grado di costruire in tandem, come farebbero gli insetti, degli oggetti. I MicroFactory possono realizzare delle strutture metalliche che sono più resistenti di quelle in plastica ottenute tramite la stampa 3D. I microbot si muovono velocemente su una sorta di tappeto magnetico, controllato da un programma. Il software serve per impartire i comandi allo “sciame” di formiche robotiche: il campo magnetico, alterato dal programma, infatti, consente agli insetti robotici di portare a compimento le loro attività.

Come funzionano

I MicroFactory sono stati progettati da “SRI International”. Il principio di funzionamento dei mini robot è simile a quello delle formiche. Ciascun insetto meccanico aggiunge un piccolo pezzo fino a creare una struttura metallica. I MicroFactory possono maneggiare diversi materiali, dalla colla alle piccole barre in metallo. In futuro i microbot potranno anche essere impiegati per assemblare parti di oggetti elettronici, e non solo realizzare opere metalliche.

Come detto, alla base di tutto c’è il campo magnetico. I microbot sono dei magneti molto piccoli, che si muovono grazie agli impulsi magnetici generati dalla banda su cui poggiano. Grazie alla loro capacità di modellare e maneggiare molti materiali, i microbot si candidano ad essere i robot collaborativi del futuro, i quali potranno colmare i punti deboli della stampa 3D, che ha il vantaggio di creare oggetti ad alta risoluzione, ma che sono privi di una struttura interna resistente.

Contenuti sponsorizzati