smartphone-tv-alphonso Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

I videogame per smartphone ti controllano mentre guardi la TV

Il New York Times ha scoperto che quasi un migliaio di applicazioni presenti sugli store online collezionano i dati su quello che gli utenti guardano in TV

3 Gennaio 2018 - L’applicazione con cui giochi abitualmente potrebbe spiarti mentre guardi la TV. Non si tratta di uno scenario alla Black Mirror, ma è la realtà. È quanto emerge da una ricerca portata avanti dal New York Times dove è stato scoperto che in oltre 1000 applicazioni è presente il software Alphonso.

Si tratta di un programma che colleziona i dati degli utenti sulle loro abitudine televisive e le rivende ai pubblicitari per personalizzare gli annunci mostrati sullo smartphone e sul computer. Alphonso utilizza il microfono degli utenti per riconoscere quale programma televisivo stanno guardando e raccoglie informazioni anche sul luogo e sul momento della giornata in cui lo vedono. Tutti questi dati diventano oro colato nelle mani degli analisti, che riescono a creare degli annunci pubblicitari pensati appositamente per il singolo utente. Il programma non svolge un’azione illegale e chiede anche all’utente il permesso di utilizzare il microfono. Permessi che solitamente vengono accordati senza leggere attentamente le richieste presenti nei pop-up mostrati sullo schermo dello smartphone.

In quali applicazioni è presente Alphonso

Dalla ricerca effettuata dal New York Times, Alphonso è presente in circa 1000 applicazioni, tra cui almeno 250 videogame e alcune app dedicate ai bambini. La maggior parte delle applicazioni sono presenti sul Google Play Store, ma è possibile trovarne alcune anche sull’App Store. Il funzionamento di Alphonso è molto simile a quello di Shazam, applicazione utilizzata dagli utenti per scoprire il nome di una canzone che stanno ascoltando in tv o alla radio. Ad Alphonso bastano pochissimi secondi per riconoscere quale è il programma trasmesso in tv e collezionare nel proprio database i dati inerenti le abitudini degli utenti. Inoltre, il software non registra la voce degli utenti, ma solamente quella dei programmi TV. Come detto, Alphonso non commette nessuna attività illecita, anche se il New York Times ha voluto sottolineare che il programma è presente anche all’interno delle applicazioni per bambini. Una condotta poco corretta.

Come difendersi da Alphonso

Le software house che utilizzano il programma Alphonso lo specificano all’interno delle caratteristiche delle loro applicazioni. Quindi basta un po’ di attenzione per capire cosa si sta installando. Inoltre, quando installiamo un’applicazione bisogna sempre far attenzione ai permessi richiesti: se un videogame vuole utilizzare il nostro microfono dovremo iniziare a chiederci per quale motivo lo fa, soprattutto se non è fondamentale per il gameplay. Nel caso notiamo qualcosa di strano è sempre possibile cancellare i permessi concessi tramite le impostazioni del dispositivo, o in casi estremi cancellare l’applicazione.

Contenuti sponsorizzati