kittenfishing Fonte foto: Marietjie / Shutterstock.com
SMART EVOLUTION

Che cos'è il Kittenfishing, la malattia del dating online

Il Kittenfishing è la pratica di utilizzare delle identità fasulle per adescare persone con cui parlare e far nascere una relazione amorosa

18 Ottobre 2017 - Internet è piena di neologismi. E in Rete di recente è nata una nuova parola, Kittenfishing. Da “kitten” che significa “gattino” e “fishing” che metaforicamente sta per “caccia”. È un termine utile ad indicare le identità fittizie che in Rete cercano di adescare gli utenti con lo scopo di far nascere una relazione amorosa online.

Il neologismo nasce da un altro termine della Rete, catfishing. Un fenomeno, più sgradevole, messo in atto da alcuni malintenzionati che si fingono qualcun altro, specie sui social network, per interagire con uomini e donne in cerca di relazioni amorose con lo scopo di truffarli e rubare loro dei soldi. Nel Kittenfishing la truffa non è l’obiettivo degli utenti, che possiamo definire solo come dei “bugiardi”. Lo scopo è apparire diversi da come si è nella realtà per riuscire ad interagire con più persone possibile online. A coniare il termine, non a caso, è stata proprio un’applicazione per gli appuntamenti, conosciuta come Hinge.

Cos’è il Kittenfishing

Solitamente chi fa Kittenfishing usa foto diverse dalle proprie, quasi sempre raccolte da Internet, e inventa il proprio lavoro e le proprie passioni per riuscire ad emergere dalla massa, specie sui social media e sulle applicazioni per gli appuntamenti. Le piccole e grandi bugie su noi stessi sono talmente comuni in Internet che la psicologa Patricia Wallace ha anche realizzato un libro, la Psicologia di Internet, a riguardo. Secondo diversi esperti della Rete a prescindere dal Kittenfishing ognuno di noi quando crea un profilo online tende a non essere sincero al 100%. Usiamo delle maschere, un po’ come nella vita di tutti i giorni, per apparire un po’ diversi da come siamo, e nascondere in particolare quelli che consideriamo come i nostri punti deboli e i nostri difetti. Secondo la psicologa inoltre il Kittenfishing è un fenomeno che può essere pericoloso. Non tanto per chi si presenta a un incontro e non trova esattamente la persona immaginata sui social e sulle applicazioni. Ma per la persona che scrive le bugie online. Una serie di incontri andati a male potrebbe, infatti, far crollare ulteriormente la percezione di sé di chi fa Kittenfishing. E il rischio di cadere in depressione è alto.

Contenuti sponsorizzati