android-pistacchio-ice-cream Fonte foto: Pe3k / Shutterstock.com
ANDROID

Android P, le nuove funzionalità e la data di uscita in Italia

Android Pistacchio Ice Cream è atteso tra agosto e settembre. Tra le novità una nuova interfaccia utente e il supporto al notch in stile iPhone X

13 Febbraio 2018 - Mentre molti smartphone stanno ancora ricevendo Android Nougat (7.0), e Android Oreo (8.0) ha una percentuale di penetrazione inferiore all’1%, si inizia già a parlare di Android P, la nona versione del sistema operativo mobile di Google. Secondo le ultime indiscrezioni, la prossima versione dell’OS dovrebbe chiamarsi Android Pistacchio Ice Cream, seguendo la tradizione di Google che assegna ad ogni versione un nome a tema dolciario.

Dagli Stati Uniti arrivano delle indiscrezioni sulle novità che saranno introdotte con Android P. Secondo quanto rivelato da una fonte interna di Google al sito Bloomberg, gli sviluppatori stanno lavorando per rendere l’interfaccia grafica più pulita e semplice da utilizzare per gli utenti. L’obiettivo è riuscire a convincere gli utenti iPhone a valicare il confine e ad abbracciare il mondo Android (gli smartphone del robottino verde dominano la fascia media e quella entry-level, ma non riescono a fare lo stesso tra i top di gamma). Con Android P verranno apportati dei miglioramenti anche a livello di consumo della batteria e sarà supportato il notch in stile iPhone X. Novità anche per quanto riguarda Google Assistant.

Android P, come cambierà l’interfaccia grafica

Dopo alcune versioni in cui gli sviluppatori si sono concentrati maggiormente nell’ottimizzare tra la parte software e quella hardware, con Android P si tornerà a lavorare anche sull’interfaccia grafica, cercando di renderla più lineare e semplice da utilizzare. Sono ancora troppi gli utenti che non decidono di passare da iOS ad Android a causa della maggiore semplicità d’utilizzo del sistema operativo mobile di Apple. Google vuole convincere i fan di Apple che anche il sistema operativo del robottino verde merita una chance.

E per convincerli, con Android P ci sarà anche il supporto al notch, la rientranza presente sull’iPhone X e che nei prossimi mesi sarà presente anche in molti smartphone Android. Affinché la rientranza non crei problemi alle applicazioni, Google sta lavorando molto a livello di software. Inoltre, la nuova versione del sistema operativo mobile supporterà anche gli schermi flessibili e qualsiasi altra forma di display che farà il suo debutto nei prossimi mesi e anni. D’altronde l’uscita del Galaxy X (lo smartphone flessibile di Samsung) non è poi così lontana.

Google Assistant al centro del mondo Android

Continua il lavoro di sviluppo di Google Assistant per renderlo il motore del sistema operativo mobile. Secondo le indiscrezioni riportate da Bloomberg, l’assistente personale verrà integrato all’interno di tutte le principali applicazioni. Un lavoro che però avrà bisogno di un po’ tempo e che sarà completato con le prossime versioni dell’OS mobile.

Tra le altre novità annunciate c’è anche un minor consumo della batteria, caratteristica che viene riproposta oramai ciclicamente.

Come si chiamerà Android P

Nelle segrete stanze di Google, Android 9.0 viene chiamato Androd Pistacchio Ice Cream, ma il nome ufficiale potrebbe essere differente. Bisogna aspettare ancora un po’ di tempo per capire quale sarà.

Quando uscirà Android P

Android P verrà presentato come ogni anno durante la conferenza Google I/O dedicata agli sviluppatori. L’edizione 2018 inizierà l’8 maggio e si concluderà il 10 maggio. Per il rilascio ufficiale di Android P 9.0 bisognerà aspettare agosto-settembre.

Contenuti sponsorizzati