whatsapp-gruppi Fonte foto: Alex Ruhl / Shutterstock.com
SMART EVOLUTION

5 consigli per sopravvivere ai gruppi WhatsApp

Uscire dal gruppo WhatsApp sarebbe la strategia migliore per sopravvivere alle notifiche, ma non sempre è possibile farlo. Ecco le alternative

Sono utili, sono belli, sono facili da utilizzare, ma scocciano. Stiamo parlando dei gruppi WhatsApp, una delle funzionalità più usate e odiate dell’applicazione di messaggistica istantanea. Molto spesso ci si ritrova all’interno di gruppi composti da una moltitudine di persone, senza che nessuno ce lo abbia chiesto.

Ma la cosa più fastidiosa dei gruppi WhatsApp sono le notifiche: centinaia di vibrazioni ogni ora per avvertire che qualcuno ha inviato l’ennesimo “buongiorno” della giornata. Cosa fare per sopravvivere ai gruppi WhatsApp di cui non vogliamo fare parte? Uscire, purtroppo, non è sempre la scelta più consigliata. Spesso e volentieri sono chat di gruppo in cui sono presenti i propri colleghi di lavoro, cugini e parenti tutti. L’uscita dal gruppo creerebbe problemi difficili da risolvere con una semplice “scusa”. Cosa fare allora? Vivere continuamente con lo smartphone che vibra? Certo che no. Ecco dei semplici trucchi per sopravvivere ai gruppi WhatsApp.

Silenziare il gruppo

È il trucco più semplice e immediato per sopravvivere alle migliaia di notifiche che arrivano in un’ora dalla decina di gruppi WhatsApp a cui siamo iscritti: silenziarlo. In questo modo non appariremo antipatici agli occhi dei nostri amici o colleghi di lavoro e continueremo a far finta di essere partecipi alla discussione. Silenziare un gruppo WhatsApp è molto semplice: basta entrare dento la chat, premere l’icona con tre punti verticali presente in alto a destra e toccare sull’opzione Silenzia notifiche. Ogni tanto potremo anche entrare nel gruppo, inviare qualche messaggio cordiale e sembrare di essere interessati alla discussione.

Fornire il secondo numero

Questo trucco funziona solamente se si hanno due schede telefoniche differenti. Quando qualche persona che conosciamo poco ci chiede il nostro numero di telefono, gli inviamo quello che utilizziamo di meno. In questo modo, se ci inserisce in qualche gruppo WhatsApp numeroso, le notifiche non finiranno per rovinarci la giornata.

I gruppi WhatsApp dedicati alla famiglia: come sopravvivere

Oltre alle chat di lavoro e quelle degli amici, ci sono anche i gruppi famiglia. L’incubo di ogni ragazzo. Ci si ritrova all’interno di gruppi formati dai propri genitori, fratelli, sorelle, zii, cugini e nonni smart. In questo tipo di gruppi WhatsApp è praticamente impossibile uscire e non li si può nemmeno silenziare, altrimenti i propri parenti se ne accorgerebbero. Cosa fare per sopravvivere? Adottare una strategia intelligente: entrare all’interno del gruppo due volte al giorno, la mattina presto e nel primo pomeriggio. In questo modo sembreremo sempre attivi e saremo aggiornati sulle ultime notizie familiari.

Non pubblicare contenuti non in linea con il gruppo WhatsApp

Per essere sicuri di non fare figuracce è consigliabile non pubblicare contenuti osé all’interno dei gruppi WhatsApp. È semplice sbagliare gruppo e inviare un’immagine un po’ spinta nel gruppo delle mamme dell’asilo. In quel caso si scatenerebbe una vera rivolta e l’uscita dal gruppo sarebbe l’unica opzione possibile.

Uscire dal gruppo WhatsApp

Dall’inizio ripetiamo che non bisogna uscire dai gruppi WhatsApp (è maleducazione), ma in certi casi il limite di sopportazione viene superato dall’ennesima immagine con scritto “Buongiornissimo, kaffè?”. Ma come fare per non uscire da un gruppo WhatsApp senza che gli altri se ne accorgano? Ci sono due diverse strategie che possono funzionare: la prima abbandonare il gruppo durante la mattinata, quando le persone sono impegnate a lavoro e non hanno tempo di guardare lo smartphone. La seconda strategia prevede l’abbandono del gruppo WhatsApp mentre i componenti stanno avendo un’accesa discussione. In questo modo nessuno noterà la nostra uscita. Probabilità di riuscita: 10%.

Contenuti sponsorizzati